Cerca nel blog

lunedì 2 settembre 2013

Coltiva i ricordi migliori

La vacanza continua in città

 

Riparti per nuovi progetti! Guarda all'autunno come un'opportunità per fare finalmente ciò che rimandi da troppo tempo e riprendi la routine solo a piccole dosi. Con in tasca i ricordi più belli delle vacanze

 

Da giovedì 5 settembre ricominciamo i corsi regolari della stagione 2013 - 2014. Come sa chi ci segue da tempo, tendiamo a fare gruppi ridotti a 6-7 allievi per essere in grado di seguire ognuno personalmente. Ne consegue che i posti sono davvero limitati e che i costi sono adeguati al nostro standard di qualità. Prenota on line

 

I corsi di Fare Pittura sono aperti ai principianti assoluti i quali possono cominciare da lezioni di disegno del vero per poi approdare alla pratica del colore ad olio o ad acquerello contemporaneo. S'intende che i più esperti troveranno programmi avanzati di perfezionamento tecnico.

 

Vieni giovedì 5 settembre alle 18h00 per saperne di più!

 

Come sempre è possibile un corso in serata (giovedi 18h30). Per chi preferisce la figura dal vero, il venerdì mattina sarà in programma il nudo. Sempre venerdì ma alle 16h30 la sessione per tutti. Infine il sabato mattina per chi non puo' in settimana. Ogni lezione dura 2h45.

 

A prescindere dal tuo orario preferito puoi venire a lezione quando vuoi nei giorni di corso: giovedì, venerdì e sabato -- anche più volte a settimana. Mille altre cose possiamo dirci..

 

Vieni ad iscriverti giovedì 5 settembre dalle 18h00 in studio (via Pisanello 16  Metro Gambara). Come pagare

 

Se sei gia iscritto rispondi a questa email per confermare la tua presenza a partire dal 5 settembre.

 

La vacanza continua! : ) Irene Schmalzl, coordinatrice

 

Passaparola!

Inoltra quest'email ai tuoi amici, ti saranno grati! Anche noi! 


Un amico ti ha inoltrato questa email? Registrati qui

lunedì 12 agosto 2013

Da Parigi e Giverny con (molto) amore

Dopo il workshop nella capitale francese e nel giardino della casa di Claude Monet, ricevo questo bellissimo commento da Simona. Non posso che condividerlo con voi! 

Caro Francesco,

oggi ho guardato nuovamente le foto del workshop di Parigi e Giverny e l'emozione e' stata grande, tanta. Ho rivissuto tutti i momenti splendidi che abbiamo condiviso. E' stata una delle esperienze piu' belle e gratificanti della mia vita, un'esperienza a livello psichico a 7 stelle, e sono immensamente felice di aver partecipato. Le emozioni ancora vivono dentro di me e nutrono il mio spirito artistico e la mia anima. Mi sento piu' ricca dentro e per questo ti ringrazio.

Simona (in alto) nel giardino di Monet a Giverny
Ho apprezzato la scelta dei luoghi, Parigi e Giverny, cosi' diversi ma cosi' intensamente legati da un filo comune. La Francia, Monet, l'arte del "Buon vivere", la convivialita', i momenti di sane e a volte amare risate, la luce, la scelta degli scorci, il ritmo, l' intensita' e la complicita' nel condividere un'esperienza unica come questa. Voglio ringraziarti per come sei riuscito, a gestire il nostro, "variegato" gruppo, fatto di gente diversa ma accomunata, ciascuno a modo suo, dalla stessa passione e ho apprezzato profondamente il tuo spenderti per noi, con discrezione, leadership, simpatia e professionalita'. Attraverso le tue lezioni, artistiche, e metafore della vita che vi ho letto dentro, ho riscoperto delle parti di me dimenticate, forse le piu' importanti, che sono venute nuovamente fuori con gioia, vitalita' e mi hanno fatto capire ancora una volta il mio grande amore per l'arte, quanto questo sia un dono e che non puo' e non deve andare sprecato.

Spero tanto io possa partecipare nuovamente nel prossimo futuro ad una simile esperienza con te, altri compagni di viaggio e approdare verso altre mete altrettanto meravigliose e stimolanti. Intanto mi sento fortunata e grata. Grazie. Anzi Merci :-)

Simona Marcimino, Milano


giovedì 11 aprile 2013

L'anima nascosta del mondo.


In Mostra: Creatures di Stefano Zagaglia


Pubblico sorpreso all''inaugurazione del 10 Aprile 2013

Viste dal vero le opere pittoriche di Stefano Zagaglia sono davvero spettacolari. L'intensità del taglio e della coloritura è tale che un olio 80 x 80 proietta la sua forza visiva a grandissima distanza. Per amore della natura e passione viscerale per l'Africa, Stefano tende a presentare le sue Creatures, come un lavoro wildlife. Ma è solo la sua modestia a parlare.

I suoi orizzonti d'artista sono molto più vasti. Universali nell'espressione del mondo che mette in scena, internazionali nelle potenzialità di carriera. E' fotografo e art director di se stesso. Le sue zebre e i sui leoni sono inquadrati in modo drammaturgico, la zummata sul volto di un elefante lascia come focale una zanna, una sola. L'occhio della tigre è una calamita per lo sguardo dello spettatore, che è proiettato lontano in una foresta che non ha bisogno di apparire.

Il fotorealismo a cui si potrebbe inscrivere la tecnica di Zagaglia, non è virtuosismo freddo. C'è calore nella struttura tonale delle sue creature, volume corporeo. La pennellata è chiaramente visibile a distanza ravvicinata, ma la fatica di settimane di lavorazione nelle sue tavole non si sente. Tutto -- nella composizione, nella luce, nel colore -- si posa poeticamente dove per natura dovrebbe essere. Queste enormi bestie sembrano avvicinarsi ed entrare docilmente nel fotogramma del dipinto. E rivelare nei loro occhi, resi con eccellente liquidità e trasparenza, tutta l'anima nascosta del mondo.

Pubblico sorpreso ed entusiasta alla vernice del 10 aprile. Davvero bella la mostra d'esordio di Stefano Zagaglia alla Spazio Fare Pittura di Milano. Le sue Creatures, Paintings from the Africa wilderness resteranno in esposizione fino al 24 aprile 2013. Visite su appuntamento al cell 338 1328003. www.farepittura.it

Francesco Fontana

mercoledì 16 gennaio 2013

Fare pittura: come nasce un quadro


Milano: Incontri in Biblioteca - Piazza Sicilia
Martedì 5 Marzo 2013 ore 18:30: Ritratto
Martedì 19 Febbraio 2013 ore 18:30: Still Life
Martedì 5 febbraio 2013 ore 18:30 ogni due settimane

Francesco Fontana dipinge in pubblico a 'alla prima'

Come nasce e si sviluppa un dipinto? Ecco serie d'incontri per scoprire dal vivo la magia del processo pittorico. L'artista e maestro Francesco Fontana dipingerà ad olio alcuni temi classici, con modelli rigorosamente dal vero: Il ritratto, lo still life, un tema floreale. Gli incontri avranno carattere di dimostrazione, con la realizzazione di un’opera completa in meno di due ore.

Vi sarà un'introduzione dell'artista sulla tecnica 'alla prima' -- pittura diretta lascito dell'impressionismo -- che mette al centro la pennellata, il gesto, la textura. L’artista offrirà commenti sulle peculiarità di ogni soggetto, su come si comportano la luce ed i colori, su ciò che il pittore osserva, e che lo spettatore normalmente 'non vede'. Sarà possibile porre domande circa il processo e i materiali usati. Insomma i segreti del fare pittura svelati agli appassionati e ai neofiti.

Ingresso libero, posti limitati da prenotare al numero 02 8846 5863

Dove: Biblioteca Comunale Sicilia, Via Luigi Sacco 14, Milano
Mezzi: MM1 De Angeli. Bus 16, 61, 63, 67, 72, 80

venerdì 11 gennaio 2013

I tempi migliori sono oggi

Tra i miei buoni proposti per il 2013 c'è quello di continuare a perseguire i miei obiettivi e lavorare per realizzare i miei sogni. Niente può scalfire la mia determinazione! Nemmeno il ricordo dell'anno trascorso, che ha visto tanti buoni cambiamenti ma anche un senso di stupore e d’impotenza di fronte alle difficoltà che in molti abbiamo vissuto.
Il Tuffo -- Oli su tela (c) Francesco Fontana
L’arte aiuta a ritrovare entusiasmo


Ma se siamo sopravvissuti alla depressione collettiva (più che alla recessione) non possiamo che guardare avanti e dire a noi stessi che non possiamo più rimandare a tempi migliori ciò che veramente conta per noi. Non ci saranno tempi migliori se non miglioriamo il nostro presente. Il tempo che sacrifichiamo a noi stessi, chiusi in difesa, è un tempo che non tornerà mai più. Il momento è qui ed ora. Agire con più coraggio, è l'unico antidoto alla tentazione di non credere più a nulla.
  
La creatività ci salva dal disincanto
Povera Patria, schiacciata dagli abusi del potere -- cantava Battiato più di venti anni fa. Il nostro disincanto si può capire. Ma la pittura, il teatro, la musica hanno preso vita anche in tempi di guerra, nella mancanza di libertà, nella miseria. Non consideriamo l'arte un bene superfluo. La creatività è proprio ciò che può salvarci. Nutre l'anima!
Buon anno! : ) Francesco Fontana
PS. Sono aperte le iscrizioni ai miei corsi di pittura. Vieni a provare e a parlarci delle tue esigenze.